Giustizia e cittadinanza digitale. Pubblicato il primo rapporto di monitoraggio dell’Agenda per la semplificazione 2015-2017


Agenda per la Semplificazione 2015-2017Il Ministero per la semplificazione e la Pubblica Amministrazione ha pubblicato il primo report, aggiornato al 30 aprile 2015, sullo stato di attuazione dell’Agenda per la semplificazione 2015-2017. L’Agenda raccoglie 37 azioni che, attraverso il digitale, mirano a migliorare il rapporto fra cittadini ed amministrazione pubblica in campi fondamentali quali fisco, giustizia, welfare, impresa ed edilizia.

In riferimento alla cittadinanza digitale una delle azioni previste dall’Agenda riguarda l’informatizzazione del processo civile e penale e l’informatizzazione del processo amministrativo. Il report di monitoraggio al 30 aprile evidenzia un buon grado di avanzamento dell’azione di semplificazione e innovazione della giustizia civile, con un percorso già tracciato dal Ministero della Giustizia con la diffusione del processo civile telematico e che mira al completamento del processo civile telematico obbligatorio, all’avio della digitalizzazione avanzata del processo penale e all’informatizzazione degli uffici del giudice di pace. Inoltre il report di monitoraggio evidenzia la rilevanza dei risultati ottenuti nell’estensione del fascicolo telematico, liberamente consultabile on-line dalle parti e dagli avvocati mediante il Portale dei servizi telematici, e l’integrazione con il sistema dei pagamenti telematici e delle comunicazioni on-line agli indirizzi PEC dei destinatari.

Al 30 aprile 2015, inoltre, risulta avviato il processo telematico obbligatorio per avvocati e professionisti nei giudizi di primo grado per gli atti endo-procedimentali e per le esecuzioni forzate anche per gli atti introduttivi. Sono state avviate anche le comunicazioni telematiche nel processo penale ed è in atto la fase di monitoraggio della diffusione del processo civile telematico da parte del tavolo permanente, in particolare per il supporto alle attività di avvio del PCT presso le corti di appello.

download Consulta e scarica il report
web Approfondisci i temi dell’Agenda